Una poesia contro il modernismo

Miscellanea


«Modernista»

sonetto contro i modernisti

di padre Alfonso Casoli S.J.











avanti o teologi progressisti!





Signori, io son cattolico, ma sono

anzitutto un cattolico moderno;

tale cioè che dal cattivo il buono

e il ver dal falso nella fè discerno (1).



Di Bibbia e Vangelo io non questiono;

si guidi ognun col senso suo interno;

e cerchi d’aver de’ fatti suoi perdono,

benchè sien fole purgatorio e inferno (2).



Amo la Chiesa, ma vorrei via tolto

Indice e Santo Uffizio, e altrettanto

amerò il Papa, se darammi ascolto (3).



Chè l’istruirlo è ufficio mio: gli è chiaro.

sono cavalier dello Spirito Santo

dell’ordine d’Antonio Fogazzaro (4).





Questo sonetto
viene ridedicato ai teologi disobbedienti, ai vari preti no-global e a tutti i dissenzienti



(1) Caratteristico dll’orgoglio
progressista è il voler scegliere, tra quanto la Chiesa proprone, quanto piace
e quanto non piace: Così la fede, da dono soprannaturale, diventa scelta
naturale
: inoltre si dà del bugiardo a Gesù Cristo e alla Chiesa,
ritenendo falso ciò che non si vuol capire o si vuol spiegare diversamente.
Chi pecca contro un solo “apice” della fede pecca così contro tutta
la fede.



(2) Il progressista non sopporta la parte visibile della Chiesa (autorità,
dogmi, riti, gerarchia, sacramenti) attirato dal miraggio di una fede tutta interiore
e spirituale: si tratta – sostanzialmente – del rifiuto dell’Incarnazione del Verbo,
che si è fatto carne, ovvero sensibile, percepibile, dotato di vero corpo
materiale. Si vede in controluce l’odio di Lucifero contro la Carne del Verbo, per
mezzo della quale è stato sconfitto e il cui rifiuto ha costituito
il
peccato che lo ha rovinato
.



(3) Basta con l’obbedienza cieca al Papa; ci vuole l’obbedienza cieca del Papa…
ai progressisti, naturalmente! Oppure che il Papa non pretenda di dire la verità,
ma si accontenti di dire la sua opinione (anche qui senza esagerare)



(4) Antonio Fogazzaro è stato uno dei più im portanti modernisti italiani.
Oggi la lista è assai lunga; basta sostituire Fogazzaro con uno dei
sedicenti
teologi italiani che hanno firmato lettere contro il Papa
o divulgano ancora errori contro la fede e la
morale: vedi le
Pagine Cattoliche sull’argomento e la nota L’opera del Santo Padre per la custodia del
Deposito della Fede e la preservazione della Disciplina Ecclesiastica