Esame circa: SACRO AVVENTO

Pregate, Pregate, Pregate!

PRATICA
DELL’ESAME DI COSCIENZA









S.Teresa di Gesù Bambino


Sono
stata buona, oggi? Il Signore è contento di me?… E gli Angeli, mi voleranno
intorno?

(S.Teresina all’età di quattro anni, tutte le sere rivolgeva alla sorella
Paolina questa domanda)




IV. ITINERARI DI ESAME PARTICOLARE PER ALCUNI PERIODI LITURGICI DELL’ANNO


68
– SACRO AVVENTO



PENSIERI DA MEDITARE



Tempo caratterizzato dallo spirito di penitenza e dagli ardenti desideri
di chi anela alla prossima venuta di Gesù, e intanto gli prepara la via
nel proprio cuore, evitando ogni peccato volontario, e ornandosi di virtù:


  • Fratelli
    miei ora che ci svegliamo dal sonno, perché la nostra salute è vicinaÖ
    Gettiamo via le opere delle tenebre, e rivestiamo le armi della luce (1).

  • Il mistero
    consiste in questo: nell’instaurare tutte le cose in Cristo: instaurare omnia
    in Christo
    (2).

    I due
    «esercizi» qui riportati orientano l’anima verso i sentimenti inculcati
    dalla Chiesa nella impareggiabile liturgia dell’Avvento, tutta spirante amore, fede
    e speranza nell’opera redentrice e rinnovatrice del Figlio di Dio, tendente alla
    riforma spirituale della nostra vita.

  • Per
    andare a Dio non c’è strada più facile e più bella, che la meditazione
    dei misteri di Gesù. S. A
    GOSTINO.
  • L’uomo
    che non cerca Gesù, nuoce a se medesimo, piú che non gli possan onuocere
    il mondo e tutti i suoi nemici (3).

I
ESERCIZIO

1. Oggi
ho menato la vita di raccoglimento, propria del sacro Avvento? (Mancanze).

2. Ho recitato con attenzione le preghiere che più direttamente si riferiscono
al mistero dell’Incarnazione? (Angelus Domini, Gloria in excelsis, Pater aeterneÖ).


3. Ho ringraziato Iddio di aver operato il grande mistero dell’Incarnazione? (Minimo
di volte).

4. Sono entrato nello spirito di penitenza, facendo qualche sacrificio e mortificazione?
(Occasioni perdute).

5. Sono riuscito a evitare ogni peccato volontario, pensando che il Figlio di Dio
si è incarnato per espiare i nostri peccati?

II
ESERCIZIO

1. Ho
ripetuto il numero di volte fissato, le aspirazioni e i santi desideri
verso la nascita di Gesù in me?

2. Sono stato fedele alle varie grazie di oggi, pensando che Gesù me le ha
guadagnate, incarnandosi?

3. Ho accettato, in spirito di penitenza, le pene e le afflizioni odierne?


4. Nei momenti di scoraggiamento e nelle tentazioni di sfiducia, ho messo tutta la
mia confidenza in Gesù, incarnatosi per salvarmi?

5. Ho offerto a Dio le mie azioni principali, unendole alle medesime azioni di Gesù
Cristo, al fine di renderle meritorie per il Cielo?

ASPIRAZIONI

Ostende
nobis, Domine, misericordiam tuam, et salutare tuum da nobis (Mostraci, o Signore,
la tua misericordia, e donaci la tua salvezza! ) Sal 85 (84), 8.

Rorate, coeli, dèsuper, et nubes pluant justum (Stillate, o cieli, dall’alto
e le nubi piovano il Giusto!) Is 45, 8.

Jesu Fili David, miserere nobis (Gesù, Figlio di David, abbi pietà
di noi!) Mt 9, 27.

Domine jesu Christe, Tu solus Sanctus, Tu solus Dominus, Tu solus Altissimus.

Sia lodato Gesù Cristo! – Sempre sia lodato!

Laudetur Jesus Christus. In saecula.


PREGHIERA






O Jesu vivens
in Maria,

veni et vive in fàmulis tuis,

in spiritu sanctitatis tuae;

in plenitudine virtutis tuae;

in perfectione viarum tuarum;

in veritate virtutum tuarum;

in comunione mysteriorum tuorum;

dominare omni adversae potestati,

in Spiritu tuo, ad gloriam Patris.

Amen.
O Gesù,
vivente in Maria,

venite e vivete nell’anima dei vostri servi,

nel vostro spirito di santità;

nella pienezza dei vostri doni;

nella perfezione delle vostre vie;

nella verità delle vostre virtù;

nella comunione dei vostri misteri.

Dominate in noi su tutte le potenze nemiche,

per la virtù del vostro spirito, alla gloria del Padre.

Così sia!


(P.
DE CONDREN – M. OLIER)

Stimoli
al Combattimento Spirituale


Veglia
sopra te stesso; te stesso incoraggia; ammonisci te stesso; e, checchè sia
degli altri, non trascurare te stesso:


(I
Imit., 25, 11).

Ascoltiamo
la pressante esortazione dell’Imitazione di Gesù Cristo:


Su
via, fratelli, avanziamoci uniti: Gesù sarà con noi.

Per amor di Gesù abbiamo preso questa Croce;

per amor di Gesù, perseveriamo sulla Croce.

Egli, ch’è nostro Capitano e nostra Guida, sarà nostro Sostegno.

Eccolo il nostro Re, che ci precede, e combatterà in favor nostro.

Seguiamolo da forti; nessuno si lasci vincere dal timore.

Siamo pronti a morir generosamente lottando;

né macchiamo la nostra gloria,

fuggendo dal conflitto, e abbandonando vilmente la Croce.


(III
Imit., 56, 6).



NOTE

(1) Rom
13, 11-12.

(2) Ef 1, 10.

(3) II Imit., 7, 3.










PRECEDENTE


INDICE DI

«PRATICA DELL’ESAME DI COSCIENZA»


PROSSIMA