Esame circa: PRESENZA DI DIO

Pregate, Pregate, Pregate!

PRATICA
DELL’ESAME DI COSCIENZA









S.Teresa di Gesù Bambino


Sono
stata buona, oggi? Il Signore è contento di me?… E gli Angeli, mi voleranno
intorno?

(S.Teresina all’età di quattro anni, tutte le sere rivolgeva alla sorella
Paolina questa domanda)




III. ITINERARI DI ESAME PARTICOLARE SULLE VIRTÙ E BUONE ABITUDINI DA ACQUISTARE


29
– PRESENZA DI DIO


  • In ogni
    luogo gli occhi, di Dio osservano i buoni e i cattivi (1).

  • L’esercizio
    della presenza di Dio preserva dal peccato: il solo mezzo che possa impedire all’uomo
    di peccare, è di persuadersi dì stare alla presenza di Dio
    (2).

  • Iddio
    stesso nella S. scrittura, lo ha additato come mezzo infallibile per raggiungere
    la perfezione, dicendo ad Abramo: Cammina alla mia presenza, e sii perfetto (3).

  • S. Francesco
    di Sales insegna che ogni preghiera, mentale o vocale, dovrebbe, essere preceduta
    dall’esercizio della presenza di Dio. (4),

  • Il vero
    cristiano è l’uomo tutto assorbito dal sentimento della, presenza di Dio…
    (5).

  • Dobbiamo
    ricordarci di Dio, ogni volta che respiriamo (6),

  • Quanto
    conforto per l’anima! Iddio vede e valuta tutto. Un giorno ci ricorderà con
    compiacenza che in tale occasione respingemmo generosamente una suggestione maligna
    contro líobbedienza, la carità, la purità, l’umiltà, lo zelo…
    Quale soddisfazione innanzi a tutti i Beati, e quanta gloria per una eternità!

INDICAZIONI
PER IL I ESERCIZIO

1. Mi
sono mantenuto silenzioso, esternamente e internamente? (Numero delle mancanze).

2. Ho praticato accuratamente la modestia?

3. Ho fatto con cura gli atti di adorazione? (Atti omessi o trascurali).

4. Ho offerto a Dio ognuna delle mie azioni principali?

5. Ho fatto un piccolo esame di coscienza, dopo le principali azioni odierne?

6. Ho letto la Sacra Scrittura con fede e pietà?

II
ESERCIZIO

1. Mi
sono ricordato della presenza di Dio il numero di volte fissato da me?

2. Ho allontanato subito dalla mente i pensieri inutili o pericolosi?

3. Ho edificato tutti, col mio contegno raccolto?

4. Ho avuto contatti non necessari col mondo?

5. Mi sono mantenuto alla presenza di Dio, specialmente negli esercizi spirituali?

III
ESERCIZIO

1. Ho
considerato Iddio a me presente, nel lavoro, nella scuola, nello studio?

2. Ho alzato ogni tanto il mio cuore a Dio, con qualche orazione giaculatoria? (Minimo
di volte).

3. Quante preghiere ho fatto oggi, senza mettermi prima alla presenza di Dio?

4. Quante volte, nelle contrarietà odierne, ho piegato con amore la mia volontà,
al volere di Dio? (Vittorie).

5. Ho saputo vedere Dio nei superiori, confratelli, alunni poveri….?

6. Quanti atti di desiderio di Dio e del Cielo, ho provocato oggi nell’anima mia?
(Minimo).

ASPIRAZIONI

O Signore,
io non distoglierò i miei occhi da Te, perché Tu non li rimuovi mai
da me. S. AGOSTINO.

Domine, ante Te omne desiderium meum, et gemitus meus a Te non est absconditus. Sal
37, 10. Signore, dinanzi a Te è ogni mio desiderio, e il mio sospiro a Te
non è nascosto!

Lòquere Domine, quia àudit servus tuus. I Re, 3, 10. Parlate, Signore,
che il vostro servo ascolta!

O Maria, fac ut vivam in Deo, cum Deo et pro Deo (300 g.).








ATTO
DI ADORAZIONE




Mio Dio, vi adoro qui presente.., presente nel mio cuore… Vi offro l’azione che
sto per fare; intendo eseguirla per conformarmi alla vostra santa Volontà,
e per le mie intenzioni odierne di apostolato. Datemi la vostra benedizione è
il vostro amore. Tutto per voi, Cuore Sacratissimo di Gesù! (300 g.)




NOTE

(1) Prov
15, 3.

(2) S. Clemente Alessandrino I Praed. 3, c. 5.

(3) Gen 17, 1.

(4) Filotea p. II – c. 1.

(5) Card. Newmann.

(6) S. Gregario Nazianzeno. In Serm.










PRECEDENTE


INDICE DI

«PRATICA DELL’ESAME DI COSCIENZA»


PROSSIMA