Esame circa: PREPARAZIONE (o Ringraziamento) AL RITIRO ANNUALE

Pregate, Pregate, Pregate!

PRATICA
DELL’ESAME DI COSCIENZA









S.Teresa di Gesù Bambino


Sono
stata buona, oggi? Il Signore è contento di me?… E gli Angeli, mi voleranno
intorno?

(S.Teresina all’età di quattro anni, tutte le sere rivolgeva alla sorella
Paolina questa domanda)




IV. ITINERARI DI ESAME PARTICOLARE PER ALCUNI PERIODI LITURGICI DELL’ANNO


63
– PREPARAZIONE (o Ringraziamento) AL RITIRO ANNUALE



Il ritiro annuale costituisce, in generale, la più grande grazia dell’anno.
Più che una grazia, è tutto un cumulo di grazie che, con straordinaria
abbondanza, sono largite all’anima.

Chi vi entra con buone disposizioni e lo segue con generosità, ne esce rinnovato
interiormente e incoraggiato a riprendere con lena, la via del sacrificio. al servizio
santo di Dio e delle anime.

Per questo occorre che il ritiro annuale sia preceduto e seguito da dieci – quindici
giorni di maggiore raccoglimento sia per distaccare meglio l’anima dalle cose esteriori
e facilitare il lavoro della grazia; sia per conservare più a fungo e preservare
gelosamente il frutto riportato.

Perciò, oltre allíesercizio «per i giorni del ritiro» propriamente
detto, se ne propone anche un altro, che per le anime generose costituirà,
come un ambiente interiore di «mezzo ritiro», in preparazione e ringraziamento
al ritiro annuale.


  • Ecco,
    ora, il tempo favorevole ; ecco i giorni, della salute (2 Cor 6, 2.).

  • Di tutti
    i mezzi offerti da Dio agli uomini per riformare i disordini della vita, nessuno
    produce effetti più copiosi e più meravigliosi, degli Esercizi spirituali.
    S. VINCENZO DE PAOLI.

  • Io stimo
    e amo molto gli Eserciti spirituali, perché da essi ho imparato a pregare.
    S. TERESA DI GESÙ.

  • Fratello,
    che fai nel mondo, tu che sei più grande del mondo! Fino a quando ti fermerai
    tra gli affumicati ergastoli della città? Credimi: io qui vedo più
    luce! Qui l’anima, libera dalle cose terrene, prende il volo verso i cieli di Dio
    (S. GIROLAMO, dal deserto della Calcide all’amico Eliodoro).

  • Nel
    ritiro Gesù illumina l’intelligenza col raggio del suo sole, e tocca le corde
    del nostro cuore, quasi fossero un’arpa; ritende la corda che s’era rilasciata, modera
    quella che strideva in suoni troppo acuti…. (Gratry; Le sorgenti – p. 4).

  • A qualunque
    costo, dopo questo ritiro. Iddio dovrà essere contento di me (SAN CLAUDIO
    DE LA COLOMBIÈRE).

ESERCIZIO

1. Quante
volte ho mancato al silenzio, senza una ragione sufficiente?

2. Ho mancato alla modestia, in casa o fuori?

3. Mi sono preparato ogni volta, con qualche minuto di raccoglimento, ai vari esercizi
spirituali e alle preghiere di oggi? (Mancanze).

4. Quante volte ho ripensato alla meditazione del mattino? (Minimo).

5. In preparazione (o: in ringraziamento) al mio ritiro ho fatto una visita più
fervente in cappella, e letto qualche appunto spirituale?










PRECEDENTE


INDICE DI

«PRATICA DELL’ESAME DI COSCIENZA»


PROSSIMA