Esame circa: ESERCIZI SPIRITUALI

Pregate, Pregate, Pregate!

PRATICA
DELL’ESAME DI COSCIENZA









S.Teresa di Gesù Bambino


“Sono
stata buona, oggi? Il Signore è contento di me?… E gli Angeli, mi voleranno
intorno?”

(S.Teresina all’età di quattro anni, tutte le sere rivolgeva alla sorella
Paolina questa domanda)




III. ITINERARI DI ESAME PARTICOLARE SULLE VIRTÙ E BUONE ABITUDINI DA ACQUISTARE

33
– ESERCIZI SPIRITUALI

Ogni
giorno usiamo delle nostre riserve di grazie, di risoluzioni, di convinzioni, per
adempiere il nostro dovere, .respingere le tentazioni, operare in bene. Perciò
ogni giorno dobbiamo immagazzinare altre energie spirituali, per ricostituire le
nostre riserve.

Questo si fa, attingendo grazie preziose nella preghiera. fervente, nei sacramenti
ben ricevuti, negli esercizi di pietà fatti con indefettibile fedeltà.

Chi trascura queste diverse sorgenti della grazia; scadrà ben presto dal primitivo
fervore, renderà sterile il suo apostolato, e si avvierà fatalmente
alla tiepidezza e alla rovina spirituale, come ima triste esperienza, dimostra fino
all’evidenza palmare.

Di qui, l’utilità di controllare, ogni tanto, con un esame adatto, la fedeltà
ai propri esercizi spirituali giornalieri, perché non soffrano per la naturale
indolenza o per la molteplicità delle occupazioni (V. anche il soggetto di
Esame:
VITA EUCARISTICA).



Si meditino i pensieri seguenti


  • Sono
    abbattuto come fieno, e il mio cuore: si è inaridito, perché ho dimenticato
    di mangiare il mio pane (1).

  • Temo
    che la moltitudine degli affari, privandoti dell’orazione e della considerazione,
    ti conduca all’indurimento del cuore. S. Bernardo, al papa Eugenio III (2).

  • Chi
    per lavorare trascura l’orazione, condanna il suo lavoro alta sterilità, l’intelligenza
    alla fatuità, il cuore alla perdita del senso spirituale…

  • Ogni
    lieve omissione dei buoni esercizi, non passa quasi mai senza danno (3).

I
ESERCIZIO

1. Mi
sono fatto ben sentire in tutte le preghiere vocali di oggi?

2. Ho preparata la mia meditazione? Ho seguito il metodo? L’ho ricordata nel giorno?

3. Ho seguito bene il “proprio ” e l'”ordinario ” della Messa?

4. La S. Comunione è stata preceduta da un’accurata preparazione, e seguita
da un conveniente ringraziamento?

5. Ho letto la Sacra Scrittura, con sentimento di fede e di venerazione?

6. Ho avuto un contegno grave ed edificante, negli esercizi spirituali odierni?

II
ESERCIZIO

1. Mi
sono trovato puntualmente al principio di tutti gli esercizi spirituali?

2. Ho recitato con speciale attenzione la Corona anche da me, in particolare?

3. Ho recitato l’Ufficio, ” piamente, attentamente, devotamente “?

4. Ho letto superficialmente o per curiosità, durante la Lettura spirituale?

5. Ho perduto il tempo, durante lo studio del Catechismo?

6. Ho fatto, per conto mio, un esercizio, al quale non avevo potuto assistere con
la comunità? (Omissioni).

NOTE

(1) Sal
101, 5.

(2) L. 1 de Consid.

(3) I Imit. 9, 2.






PRECEDENTE


INDICE DI

«PRATICA DELL’ESAME DI COSCIENZA»


PROSSIMA